Una volta presentata la documentazione necessaria per ottenere il rilascio del tuo primo permesso di soggiorno, potrai svolgere le seguenti attività ed usufruire dei seguenti servizi:

Iniziare un’attività retribuita e pagare le relative tasse;
Iscriverti al servizio sanitario nazionale, presentando la ricevuta che ti verrà consegnata all’ufficio postale al momento della presentazione della tua domanda di permesso di soggiorno;
Sostenere l’esame per una patente di guida;
Registrarti all’ufficio dello stato civile competente per territorio, cosa che può essere utile in varie situazioni (per esempio, in caso di matrimonio) e costituire un primo passo verso l’ottenimento della cittadinanza italiana. Per poterlo fare, avrai bisogno dei seguenti documenti:
Il contratto di soggiorno firmato all’Ufficio Immigrazione;
La ricevuta che ti è stata consegnata all’ufficio postale come conferma della presentazione della tua domanda di permesso di soggiorno;
Copia domanda di permesso di soggiorno presentata all’Ufficio Immigrazione;
Tornare nel tuo paese d’origine, a condizione che tu esca e rientri nel paese attraverso confini esterni. Dovrai inoltre presentare i seguenti documenti:
Un documento di viaggio (come un passaporto) in corso di validità;
Un visto che riporti la ragione del tuo soggiorno;
La ricevuta che ti è stata consegnata all’ufficio postale come conferma della presentazione della tua domanda di permesso di soggiorno;
Il titolo di viaggio, documento di viaggio e ricevuta riportanti i timbri della polizia di frontiera.
Potrai inoltre essere impiegato da altri datori di lavoro oltre a quello per il quale hai fatto domanda di permesso di soggiorno per ragioni di lavoro – in pratica, avere più di un impiego.