Questa categoria si applica coloro che, Sulla base di accordi internazionali stretti con l’Italia, hanno necessità di fare ingresso nel paese per svolgere progetti di ricerca o programmi di lavoro nell’ambito di schemi di mobilità di giovani, o persone che intendano essere collocate “alla pari” (au pair).

Non esiste un elenco di riferimento sugli accordi bilaterali. Dovrai pertanto contattare la rappresentanza diplomatica italiana nel tuo paese d’origine per verificare se ce un tale accordo esiste tra quest’ultimo e l’Italia. Ricorda che un visto verrà, in linea generale, rilasciato per un periodo massimo di un anno, a meno che l’accordo internazionale stesso stabilisca diversamente.

La domanda per un nulla osta dovrà essere inviata online attraverso il sito Web del Ministero dell’Interno italiano, usando l’apposito modulo, a condizione che i requisiti seguenti siano soddisfatti:

Se il richiedente intende svolgere attività di ricerca o lavoro nell’ambito di un programma di scambio, la società o organizzazione deve avere sede in Italia;
Gli au pair possono essere impiegati soltanto da cittadini italiani o stranieri legalmente residenti in Italia, non lavoratori autonomi

Le parti del rapporto devono stabilire i termini d’impiego in un accordo scritto, preferibilmente prima che l’au pair lasci il suo paese d’origine. Una copia dell’accordo deve essere presentata all’Ufficio Immigrazione a richiesta di quest’ultimo.

Una volta che il nulla osta sarà stato rilasciato dovrai continuare con la normale procedura per la richiesta di un visto, presentando il nulla osta per il resto della documentazione alla rappresentanza diplomatica italiana nel tuo paese di origine. Ricorda che dovrai presentare questa domanda entro sei mesi dalla data di rilascio del nulla osta. La procedura che dovrai seguire è la stessa che si applica alle domande di un visto per lavoro subordinato.

Non dimenticare di fare domanda per un permesso di soggiorno una volta giunto in Italia.